Varese Turismo
Principali Località
Stemma
stemma Luino
Informazioni Utili

CAP: 21016
Prefisso: 0332
Sito Ufficiale
Immagini Satellitari

Luino

imm_lago

Sbocco naturale al lago delle valli retrostanti, sin dal 1541è sede di un famoso mercato che si tiene ogni mercoledì e che attira folle di visitatori anche d'oltreconfine. E' situato nella parte più settentrionale della Provincia, allo sbocco della Valtravaglia e nell'ultima ampia insenatura offerta dal Lago Maggiore prima del confine con la Svizzera.
Sicuramente frequentato sin dalla preistoria, come testimoniano le incisioni rupestri rinvenute a Voldomino, e i reperti di necropoli dell'età del bronzo, Luino tuttavia non godette nel medioevo di prestigio particolare, in quanto probabilmente dipendente dalla rocca di Travaglia.
Luino viene citata la prima volta in un documento con il nome di Luvino, nel 1169. Passata sotto i Visconti, venne infeudata ai Rusca nel 1439.
Nel 1541 Carlo V concesse il diritto di tenere un mercato quindicinale, in "die Mercurij", alternato a quello di Maccagno. Nel 1755, gli austrici abolirono il mercato di Luino e lo concessero a Laveno. Solo nel 1786 il mercato venne ripristinato a Luino, e questa volta con cadenza settimanale. Da allora ogni mercoledì frotte di turisti giungono dalla vicina Svizzera e dai paesi limitrofi a gironzolare tra le oltre trecento bancarelle del mercato.
Il 15 agosto 1848, Giuseppe Garibaldi sbarcò a Luino con l'intento di dirigersi verso Varese e operare una sollevazione di massa contro gli austriaci, ma venne sconfitto a Morazzone e costretto a ritirarsi. Sul lungolago di Luino, venne eretto nel 1867 un monumento a ricordo dell'impresa: fu il primo monumento dedicato a Garibaldi, eretto quando l'eroe dei due mondi era ancora vivente.