Varese Turismo
Principali Località

Arte

Varese, modesta metropoli lombarda, grazie alla sua posizione strategica data dalla vicinanza ai laghi e alle valli è da sempre stata meta turistica e centro fertile di grande attrattiva per artisti stranieri e non, che hanno accresciuto la fama della città.

Ed è merito delle numerose presenze che si sono succedute nell’arco dei secoli,se Varese e la sua provincia sono state investite da diversi stili e filoni artistici, che hanno arricchito il territorio di sfumature invidiabili a molti, donandogli il prestigio che a tutt’oggi può vantare.

Questo frenetico “via vai” di personalità molto spesso eclettiche ma anche introverse, ha portato la nostra provincia ad essere una terra ricca, in cui diversi tipi e stili di arte convivono serenamente; infatti si possono ammirare chiese, monasteri e castelli di epoca longobarda, ville e palazzi di epoca settecentesca, ed anche esemplari di arte contemporanea, come il moderno allestimento di arte contemporanea di Dan Flavin, situata nella settecentesca Villa Panza di Varese.
Partendo da Castiglione Olona, è ancora possibile ammirare uno degli angoli rinascimentali della regione per eccellenza, per concludere la visita negli interni del Monastero Longobardo di Cairate, e al Castrum Sibrium di Castelseprio. Si scoprono preziosi affreschi nelle chiese romaniche di Gemonio, nell'Eremo di Santa Caterina del Sasso, nell'austera Rocca Borromeo di Angera o nel verde di Villa della porta Bozzolo di Casalzuigno o dell'abbazia benedettina di San Gemolo a Ganna.
Altre "preziosità" si vivono con l'architettura liberty del primo '900, magistralmente espressa dalla gloriosa birreria Poretti di Induno Olona, dal Palace Hôtel di Varese e dall'ex Grand Hôtel Campo dei Fiori. La bellezza di questi itinerari è talmente grandiosa, da essere stati mitizzati nei dipinti e nelle pagine di personaggi del calibro di Stendhal, Butler, Piovene, Guttuso e Chiara.